Rilascio di certificati anagrafici

Cos'è

L’Ufficio del Comune rilascia a chiunque ne faccia richiesta, fatte salve le limitazioni di legge, i certificati anagrafici disponibili:

  • residenza;
  • stato di famiglia;
  • stato libero;
  • godimento dei diritti politici;
  • cittadinanza;
  • certificati plurimi o contestuali;
  • certificati anagrafici storici.

A chi si rivolge

Il servizio è disponibile per tutti i cittadini, italiani e stranieri, che ne abbiano motivato interesse.

Come accedere al servizio

I certificati si richiedono presso gli Uffici del Comune, recandosi di persona allo sportello negli orari di apertura al pubblico.

Cosa serve

Il cittadino deve recarsi presso l’Ufficio del Comune in possesso dei dati relativi all’intestatario del certificato.

Costi

I certificati vengono rilasciati solo ad uso privato, previo pagamento dell’imposta di bollo (16,00 euro) e dei relativi diritti di segreteria (0,52 euro).

Tempi e scadenze

I certificati vengono rilasciati al momento della richiesta, salvo quelli che comportano ricerche storiche.

I certificati hanno validità sei mesi e possono essere utilizzati anche successivamente alla scadenza, se l’interessato dichiara in calce al certificato, senza l’obbligo di autenticare la firma, che le informazioni in esso contenute non hanno subito modifiche.

Ulteriori informazioni

Dal 2012 le certificazioni sono valide ed utilizzabili esclusivamente nei rapporti tra privati, devono essere emesse in bollo con le eccezioni previste esclusivamente dalla normativa e riporteranno la dicitura “Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai Privati Gestori di Pubblici Servizi”. L’Art. 15 della Legge n. 183/2011, infatti, prevede che dall’1 dicembre 2012 le Pubbliche Amministrazioni non possono rilasciare certificati ad altri Enti Pubblici.

I cittadini possono avvalersi dell’autocertificazione e della dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà che le pubbliche amministrazioni e i gestori di pubblici servizi sono obbligati ad accettare. Le Pubbliche Amministrazioni possono chiedere al Comune il controllo dell’autocertificazione a loro presentata tramite richiesta da presentare via email all’Ufficio del Comune. Nella richiesta devono essere indicati in modo esplicito i dati che si intendono controllare. Il Comune provvederà entro 30 giorni alla verifica delle richieste in base alla propria banca dati e trasmetterà la risposta al recapito di posta elettronica indicato nella domanda.

A partire dal 15 novembre sarà possibile scaricare i certificati anagrafici online in maniera autonoma e gratuita, per proprio conto o per un componente della propria famiglia, senza bisogno di recarsi allo sportello. 

Potranno essere scaricati, anche in forma contestuale, i seguenti certificati:

  • Anagrafico di nascita;
  • Anagrafico di matrimonio;
  • di Cittadinanza;
  • di Esistenza in vita;
  • di Residenza;
  • di Residenza AIRE;
  • di Stato civile;
  • di Stato di famiglia;
  • di Stato di famiglia e di stato civile;
  • di Residenza in convivenza;
  • di Stato di famiglia AIRE;
  • di Stato di famiglia con rapporti di parentela;
  • di Stato Libero;
  • Anagrafico di Unione Civile;
  • di Contratto di Convivenza;

Per accedere al portale ANPR è necessaria la propria identità digitale (Spid, Carta d'Identità Elettronica, Cns) e se la richiesta è per un familiare verrà mostrato l’elenco dei componenti della famiglia per cui è possibile richiedere un certificato. Il servizio, inoltre, consente la visione dell'anteprima del documento per verificare la correttezza dei dati e di poterlo scaricare in formato pdf o riceverlo via mail.

Rilascio di certificati anagrafici

Accedi al servizio
torna all'inizio del contenuto