Carta d'identità elettronica

Cos'è

La carta d’identità elettronica (CIE) è il documento di identificazione per cittadini italiani, comunitari e stranieri, rilasciato al posto della vecchia carta d'identità cartacea, la quale può essere emessa solo in casi di comprovata urgenza. Le vecchie carte d’identità in formato cartaceo in corso di validità rilasciate in precedenza restano valide fino alla loro data di scadenza.

Il documento d'identità ha le dimensioni di una carta di credito e contiene la foto, i dati del cittadino ed elementi di sicurezza per evitarne la contraffazione. La CIE è dotata di un microprocessore che memorizza le informazioni necessarie alla verifica dell'identità del titolare, compresi elementi biometrici come le impronte digitali. La CIE è un documento tecnologicamente avanzato e difficilmente falsificabile.

Per i cittadini minorenni è richiesta la presenza di almeno un genitore.

A chi si rivolge

La CIE è rilasciata ai cittadini italiani, comunitari e stranieri residenti nel Comune.

Come accedere al servizio

Per richiedere la carta d’identità, l’interessato deve presentarsi personalmente, previo appuntamento, presso l’Ufficio del Comune.

Per i cittadini minorenni è richiesta la presenza di almeno un genitore.

Qui viene compilata la richiesta, acquisite la foto, le impronte digitali e la firma del cittadino.

La richiesta viene poi inviata telematicamente al Poligrafico che si occupa della produzione e dell'invio della CIE.

Cosa serve

Il cittadino deve recarsi presso l’Ufficio del Comune munito dei seguenti documenti.

  • Una foto, risalente a non più di 6 mesi, su sfondo bianco, con posa frontale, a capo scoperto, ad eccezione dei casi in cui la copertura del capo sia imposta da motivi religiosi, purché il viso sia completamente ben visibile. La fotografia può essere consegnata anche in formato digitale su chiavetta USB con le seguenti caratteristiche:
    - definizione immagine: almeno 400 dpi;
    - dimensione del file: massimo 500kb;
    - formato del file: JPEG.
  • Carta di identità scaduta o in scadenza.
  • Denuncia di furto o smarrimento della precedente carta d'identità resa presso le autorità competenti, in originale, nel caso di furto o smarrimento.
  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS) contenente il codice fiscale.
  • Permesso di soggiorno o carta di soggiorno se cittadino straniero, in corso di validità.
  • Passaporto o documento di riconoscimento del minore straniero (comunitario e extracomunitario), rilasciato dal paese di origine, da presentare in caso di richiesta della prima carta di identità.

Costi

La carta d’identità elettronica ha un costo di 22,00 euro se rilasciata ordinariamente. In caso di rilascio di duplicato il costo è di 27,00 euro.

Tempi e scadenze

Il tempo medio per effettuare la richiesta della CIE allo sportello è di circa 15 minuti.

Il rilascio della CIE non è immediato: il cittadino la riceverà entro 6 giorni lavorativi all’indirizzo indicato all’atto della richiesta (consegna presso un indirizzo indicato o ritiro in Comune). Una persona delegata potrà provvedere al ritiro del documento, purché le sue generalità siano state fornite al dipendente comunale.

La durata della CIE è:

  • 3 anni per i minori di età inferiore ai 3 anni;
  • 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;
  • 10 anni per i maggiorenni.

Ulteriori informazioni

Per i cittadini italiani la CIE può essere considerata equipollente al passaporto e avere validità per l'espatrio nei paesi dell'Unione Europea ed in quelli coi quali esistono appositi accordi.

Nella CIE valida per l'espatrio non compare alcuna dicitura; nella CIE non valida per l'espatrio compare la dicitura “non valida per l'espatrio”.

Per i cittadini comunitari e stranieri, la carta d'identità non ha validità per l'espatrio.

Per la carta di identità valida per l'espatrio, i minori (cittadini italiani) devono presentarsi con entrambi i genitori, per l'assenso all’espatrio. Se uno dei genitori non può recarsi in Comune per prestare il proprio assenso, può consegnare tramite l’altro genitore l'apposita dichiarazione con fotocopia della propria carta d'identità in corso di validità.

Per il minore di 14 anni, l’uso della carta d’identità ai fini dell’espatrio è subordinato alla condizione che il minore viaggi in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci. Il minore di 14 anni che viaggia accompagnato da persone che non sono i genitori deve essere autorizzato dai genitori stessi attraverso un atto di assenso, preventivamente vistato dalla Questura competente. In questo caso, oltre a possedere il documento valido per l'espatrio del minore, i genitori dovranno richiedere alla Questura, tramite apposita istanza sottoscritta da entrambi e dall'accompagnatore, la concessione del nulla osta per l'accompagnatore.

torna all'inizio del contenuto